#H.Games

di etereamelodia

Oggi è martedi. Ieri come vuole la tradizione ( e chi mi conosce sa quanto io possa amare le tradizioni ) ho fatto l’albero. Quest’anno il Natale lo sento proprio cucito addosso. Colpa degli ultimi sei mesi. Colpa dell’estate con le sue troppe giornate no, colpa delle storie interrotte, del laboratorio, della stanchezza di dover difendere costantemente i miei ideali, la mia vita, i miei interessi. Stanca. Allora questo periodo lo voglio vivo, con le lucine per non perdermi, vivo da scaldarmi dentro. E voglio stare con la mia famiglia. Mi è presa così.

Il weekend che ho passato è stato un bello stacco. C’era Lei. MT. Ci siamo state noi, film, abbracci, risate, racconti, passeggiate, abbracci, l’ho già detto? Pazienza. Ci sono stati i suoi occhi e i suoi sorrisi, la sua timidezza, i suoi passi verso di me, i miei verso di lei. È stato incredibilmente coinvolgente e vero. Pieno di colori e profumi da spezzare il fiato. È stato interessante, stimolante, non banale. Creativo. Simpatico. Mi piacciono i rapporti veri. Le relazioni intellettuamente attive, quel vero puro volersi bene, volersi scoprire, cercare, trovare, stringere.

Nonostante i passi del tempo.

Vaffanculo alla distanza, alle stazioni, ai treni che mi tengono lontane quelle persone là. Queste qui.

Annunci