#PensieriMessiInLista

di etereamelodia

Pensieri sparsi dati da giorni di silenzio, troppe parole scritte, infinite cancellate. Tempi che sembrano non volerti aiutare, e nanche i dottorandi.

-Esiste ancora gente che vedendoti singhiozzare in metro, cerca un fazzoletto per dartelo.

-L’ipocrisia delle amicizie è riscontrabile tramite le foto su fb. Se le parole ingannano. Fb no. Credo che sia la testimonianza vivente dello sputtanamento sociale. Di chi mente, e poi si trova taggato nelle foto. Come cancellare gente in tre.due.uno.zero.

-Gli amici che ti scrivono su whazzup per farti ridere, su fb, ti raccontano cose sceme giusto per farti staccare la testa. Gli Amici che sono lontani, ma che sono vicini più di qualsiasi altra persona possa abitare in questa fottuta città. F detta S esclusa, ovviamente.

-Lui che ti chiama. E che ride. Ed è così bello sentirlo ridere, e ridere insieme, che riesce a farmi girare il mondo giusto, anche se qui fuori è tutto sbagliato.

-Qualsiasi sia l’impegno che ci metti per fare una cosa, se ti vogliono smontare tutto, te lo smontano.

-I brasiliani non sono quello che sembrano. Sono anche peggio. Svogliati ed egoisti. Ah. E bugiardi, ma questo lo sono un po’ tutti in fin dei conti.

-Tra una settimana devo consegnare la tesi impaginata, e io ancora combatto con le discussioni.

-Dico di non voler pensare a Montelago. Ma poi ci penso quasi ogni secondo.

-Dico di non voler pensare alla mia estate almeno fino alla laurea, ma poi ci penso ogni secondo.

-Dico di non voler pensare alla mia tesi almeno durante la notte, ma poi la passo sveglia a fissare il soffitto.

Tornerò. Da me.

Annunci